News Fidas

I nuotatori Fidas Verona attraversano lo Stretto di Messina: «Vogliamo contribuire a promuovere la donazione in un periodo di crisi»

La Traversata della Solidarietà è un appuntamento che da 11 anni raduna decine di nuotatori provenienti da diverse parti d'Italia che, sotto l'egida Fidas, attraversano a nuoto lo Stretto partendo dalla spiaggia di Punta Faro (Messina) fino a Cannitello (Reggio Calabria). È ormai diventato un evento storico che quest’anno acquista un valore ancora più importante; nelle ultime settimane, infatti, si sono susseguiti in tutta la penisola gli appelli per sensibilizzare al dono del sangue. In diverse province, tra cui Verona, si registra scarsità di scorte di sangue ed emocomponenti e, perciò, diventa più complesso garantire una piena attività trasfusionale. Per questo motivo quattro giovani donatori veronesi, Enrico Bresadola, Giorgio Marcolungo, Riccardo Passigato e Davide Bonizzato hanno deciso di unirsi al gruppo di atleti per attraversare anche loro a nuoto lo Stretto di Messina per dare il loro contributo per sensibilizzare le popolazione e mettendo, così, in evidenza il problema che si può risolvere anche grazie alla solidarietà. A loro si è unito il coordinatore giovani Fidas Verona, Mauro La Bella, che ricorda: "In Italia stiamo attraversando un periodo di grande carenza nella raccolta di sangue ed emocomponenti e anche la nostra Verona non si sottrae al problema. Gli ospedali della nostra città sono all'avanguardia e altamente specializzati e, quindi, richiedono un grosso quantitativo di sacche per le terapie trasfusionali. Con il solo aiuto dei donatori veronesi non riusciamo più a garantire la copertura delle richieste, ecco perché l'intero territorio italiano deve fare fronte comune per superare questa crisi".

Anche un'iniziativa come la Traversata dello Stretto può aiutarci a sensibilizzare il territorio attraverso la promozione dello sport e dei corretti stili di vita.
Ai donatori si sono uniti anche gli atleti delle Fiamme Oro della Polizia di Stato e del Gruppo nuoto dei Carabinieri e i rappresentanti degli Special Olympics.

Commenti (0)