Nuoto: La 24 Ore del Donatore

Edizione 2017

La 24 Ore del Donatore - 10a edizione
Manifestazione nazionale di nuoto a staffetta
Memorial Carletto Lanciai
"Terme di Giunone" - Caldiero
26 e 27 agosto 2017

Una 24 Ore da record!

Centinaia di persone si sono alternate nella piscina olimpionica delle Antiche Terme di Giunone di Caldiero per la 24 Ore del Donatore Fidas dove i partecipanti si sono dati il cambio in una staffetta continua nuotando ciascuno per 15 minuti. Quest'anno la manifestazione ha celebrato il suo decimo anniversario ricordando che il bisogno di sangue non si ferma mai e che ognuno, facendo la sua piccola parte, contribuisce a coprire il fabbisogno di sangue ed emocomponenti indispensabili per garantire le terapie mediche ai bisognosi.

La manifestazione, che coniuga sport e solidarietà, in questa edizione ha superato i precedenti record: dalle ore 16 di sabato 26 alla stessa ora di domenica 27 agosto, 316 persone si sono alternate in acqua percorrendo complessivamente 3305,5 vasche, per un totale di 165,275 chilometri.

A partire dal 2008, quando Fidas Verona ha dato il via a questo evento, vi hanno partecipato un totale di i 2264 persone, donatori di sangue e non, provenienti da tutta Italia, che hanno nuotato per 24244 vasche per un totale di 1212,2 km, vale a dire la distanza tra Verona e la Sicilia! Il valore simbolico è chiaro: il gesto della donazione del sangue, e l'azione solidale che questo porta con sé, percorre la penisola da una parte all'altra.

Purtroppo, questi mesi sono stati caratterizzati da una persistente carenza di sangue ed emocomponenti in tutta Italia: "Per questo è indispensabile intensificare l’attività di sensibilizzazione attraverso un’azione costante di informazione – ha sottolineato il presidente nazionale Fidas, Aldo Ozino Caligaris ma anche grazie a iniziative come queste che coniugano partecipazione civica, sport e solidarietà”.

Massimiliano Bonifacio, presidente provinciale Fidas Verona, ricorda: "In questi anni Fidas ha ripetutamente ricordato l’importanza della donazione periodica per garantire l’autosufficienza regionale e nazionale. Per questo è importante non fermarsi a donare una volta sola o fare solo gli esami di aspirantato, ma è necessario proseguire con costanza nel proprio impegno".

La conclusione della manifestazione è stata affidata alle bracciate del campione italiano di paratriathlon Manuel Marson, atleta ventunenne ipovedente di Colognola ai Colli, di Arianna Barbieri, dorsista delle Fiamme Gialle e degli atleti delle Fiamme Oro Rodolfo Valenti e Andrea Volpini.

Alla conclusione della staffetta sono stati conferiti i seguenti trofei:
- Trofeo categoria assoluta uomini per il maggior numero di vasche percorse: Luca Brazzale (23,5)

- Trofeo categoria assoluta donne per il maggior numero di vasche percorse: Irene Bresadola (18)

- Trofeo Fidas: Alberto Badalotti dell'Associazione Friulana Donatori di Sangue di Udine

- Trofeo Fidas Verona: Davide Bonizzato (sez. Golosine) con 20,5 vasche percorse

- Trofeo Carletto Lanciai: Ottavia Pesenti per essere stata la staffettista n° 2000 dalla prima edizione della manifestazione

Nella gallery sono inserite le foto della manifestazione.

Guarda il servizio del TgR Veneto su La 24 Ore del Donatore